martedì, 30 settembre 22℃


Chiusa via dei Due Ponti e aperta la Fondovalle: il sit-in di protesta

Una ventina di residenti della zona Cassia si sono riuniti questa mattina in protesta in via Tor di Quinto, sede del XX municipio. I lavori su via Due Ponti sarebbero stati "mal programmati" e l'apertura di via dì Fondovalle "non sufficiente" a ridurre i disagi

Redazione 16 febbraio 2012

Una 48 ore di passione quella dei residenti del XX municipio dove da due giorni è stata chiusa via Due Ponti per lavori alla rete fognaria. Il caos più totale ha travolto gli automobilisti costretti a lunghe e stressanti code sulla Cassia, andata letteralmente in tilt. Oggi la situazione è parzialmente migliorata grazie all'apertura di via di Fondavalle, a senso unico in direzione via di Grottarossa. Apertura che però per molti è insufficiente. O almeno per coloro che questa mattina hanno protestato sotto il parlamentino di via Tor di Quinto dove a commentare il caos delle ultime ore c'era il minisindaco del Pdl Gianni Giacomini.

Saranno stati una ventina i residenti aderenti a vari comitati di quartiere per i quali i nodi "caldi" da risolvere sono: lavori mal programmati rispetto ai quali tutto il quadrante nord si è di fatto trovato impreparato e, più in generale, una perenne situazione di caos in cui versa tutta la zona, caos antico che certo non si risolve con l'apertura straordinaria di via di Fondovalle. Dal Comitato Roma XX: "Sempre gli stessi problemi e, al di là del colore politico, nessuno che li risolva una volta per tutte". E ancora Lorenzo, residente nella zona: "Sono due giorni che non vado a lavorare perché non ci si può muovere, e sono libero professionista, chi mi risarcisce? vi sembra una cosa normale?". Gli fa eco la signora Maria: "Io non sono riuscita a portare mia figlia a scuola ieri". Sono agguerriti sì i residenti del XX municipio che si sentono un pò "cittadini di serie b", come qualunque bisbiglia tra la mini folla. E il presidente Giacomini? Come commenta il disagio che sta colpendo i suoi cittadini?

Innanzitutto si dichiara soddisfatto "per l'apertura della strada di fondovalle, perché oggi la via è percorribile e questo sicuramente ha ridotto il traffico". Detto questo al vaglio ci sono due ipotesi che lo stesso presidente avrebbe anticipato: aprire un senso unico su via Due Ponti nel tratto dove ci sono i lavori abbattendo un pezzo di marciapiede (questione che necessità ancora di un sopralluogo tecnico) e riaprire, solo per la durata dei lavori, la strada che collega la Cassia Bis con via di Grottarossa che è di proprietà dell'ospedale Sant'Andrea. Con questa richiesta il presidente Giacomini incontrerà martedì prossimo il direttore generale dell'ospedale Maria Paola Corradi.

Annuncio promozionale

Grottarossa
lavori
proteste

Commenti